.

.

.

Portale Culturale

del Turismo Siciliano

Politiche del turismo,  dei beni culturali,  dell'ambiente  ed  economico - sociali

Seguici su Facebook

La Sicilia è una preziosa antologia di tutte le arti, ma questa parte del territorio rappresenta un’armoniosa

sintesi di tutta regione.

Du pizzu da muntagna

 n'finu a mari

Qui viene raccontato quel “Tutto attorno all’Etna fino al mare”.

L’armonia delle stagioni dell’Etna

La storia e la cultura delle borgate marinare sotto la Timpa

Spettacolarità naturali e culturali

L’Area Marina Protetta “Isola dei Ciclopi”.
Il mito di Ulisse e i faraglioni di Acitrezza scagliati, secondo la mitologia, da Polifemo
La bellissima storia d’amore di Aci e Galatea finita purtroppo in tragedia.  Qui il mito si trasforma in metafora e specchio del presente
La lunga storia dello stabilimento di S. Venera (dotato agli inizi anche di un parco e di un sontuoso albergo, il “Gran Hotel des Bains” che ebbero tra i visitatori più illustri il musicista Richard Wagner e la famiglia reale italiana – il re Umberto, la regina Margherita ed il piccolo Vittorio Emanuele)
 
 
 

 

 

 

 

   Con questo libro, edito dall'Associazione Culturale editrice "Accademia di Arti e Culture" ci inoltriamo nelle cinque stagioni del mare dell’Etna tra amori, colori, sapori, armonia, natura e cultura. Nella quinta stagione, che è quella del fuoco, delle eruzioni, scopriamo l’Etna ancora protagonista nel bene e nel male e guarda caso quella parte più richiesta dai viaggiatori d’oltralpe.

 

   Questo percorso turistico, folcloristico, enogastronomico, produttivo, sociale e culturale si snoda lungo la fascia costiera orientale della Sicilia che parte dall’isola Lachea e si inoltra nell’Oasi del Fiumefreddo; visita il parco archeologico, paesaggistico e naturalistico della Valle dell’Aci e si sofferma nell’area archeologica di Capomulini, specificatamente nel sito che nel II° secolo a.C. ospitava una fontana dedicata alla dea Venere poi trasformata dagli stessi romani in tempio dedicato alla stessa tra il II° sec. A.C. ed il I° sec. D.C.

 

   In bella evidenza dunque la bellissima storia d’amore tra il pastorello Aci e la ninfa Galatea ed i bellissimi, irripetibili ed ancora naturali borghi marinari di Acitrezza, Capomulini (con sosta a Santa Caterina), Santa Maria La Scala, Santa Tecla, Stazzo, Pozzillo e l’Oasi del Fiumefreddo. Storia e cultura dei borghi marinari con i pescatori ultimi cantori di una passione, devozione come mestiere: la pesca e l’amore, attaccamento verso il mare perché sanno che il rispetto per il mare dà i suoi frutti.

 

   Per fare questo ci siamo inerpicati lungo i ripidi pendii dello scibile umano, analizzato le facies degli uomini e delle donne a volte dai modi rudi ma con animo gentile pur se con sguardo diffidente.

 

   In evidenza l’area Gazzena, villa Calanna, la Timpa, la fortezza del Tocco, il bosco di Aci ed un lunghissimo elenco di prodotti tipici e tipicità locali comprese tutte le sagre dei 58 comuni dell’area etnea. Qui si pone l’attenzione su una parte di territorio che può dare insomma un’offerta turistica completa, variegata con un’insieme di componenti che accontenteranno il turista più esigente con il pacchetto completo mare, collina, montagna e patrimonio culturale mobile, artistico ed architettonico di rara bellezza. Qui esaltiamo le eccellenze e le pregiate produzioni locali, i formaggi, il miele i prodotti ortofrutticoli e le insalate, la cucina tipica, l’alta pasticceria, le granite, il pescato e la sua trasformazione in pronto cuoci, le alghe commestibili come il mauro, i distillati ed i liquori locali, la frutta martorana meglio nota come “pasta riali” e tanto altro ancora.

Tutto questo per contribuire a formare Cultura, Conoscenza e Coscienza Storica, per tutelare il Patrimonio Culturale Rurale.

 

Puoi richiedere il libro a: info@siculina.it

e ti sarà inviato contrassegno al costo di 12 euro

Le ipotesi su chi siano stati i primi abitatori dell’isola. Il primo sbarco dei Siculi a Capomulini

Sotto la Timpa
L’Area Gazzena - Villa Calanna - Torre S. Anna - Acque Grandi

Santa Caterina

In alto sulla Timpa tra le borgate marinare.

Santa Maria della Scala: La storia della Sicilia che nasce dal mare

Santa Tecla - Sciant Tagla: dall’arabo - luogo di approdo. La garitta o torre di guardia

Stazzo (Statium) e Pozzillo (Pizziddu). Dal 1500 una storia ancora da raccontare.

 I colori della notte dove domina la natura. Il Parco Archeologico, Naturalistico-Paesaggistico della Valle dell’Aci, tra Acireale, Aci Catena, Aci Castello, Aci Sant’Antonio e Valverde.

E poi un meraviglioso Autunno siciliano: Viaggio nella terra dove sembra non finire mai la bella stagione tra parchi, riserve naturali, colline sempreverdi, borghi marinari, aree archeologiche.

Il libro chiude con le sagre all’ombra dell’Etna tra prodotti tipici e tipicità locali

 

   Riproduzione riservata

Portale del Turismo Siciliano - quotidiano online - www.siculina.it

Testata giornalistica indipendente online - Registro Giornali e Periodici presso il Tribunale di CT n. 29/2003 

Editrice: Associazione Culturale - "Accademia di Arti e Culture" - R.O.C. n. 21595

Codice Fiscale: 90047080875 - direttore responsabile e direttore editoriale Rosario Rigano

                by Rosario Rigano